fbpx
Home » Bimbi » Come addormentare un neonato
Come far addormentare un neonato

Come addormentare un neonato

Come addormentare un neonato? Sembra una domanda da un milione di dollari, ma, in realtà, i rimedi esistono e sono anche abbastanza efficaci. Scopriamo insieme come è possibile aiutare il bebè ad addormentarsi. 

come addormentare un neonatoAddormentare un neonato può essere un compito assai arduo per la neomamma: la fame, come il bisogno di rassicurazione, di comfort e la crescita dei denti da latte, possono spingere il piccolo a svegliarsi nel cuore della notte oppure ad addormentarsi dopo parecchie ore.

Se ciò si ripete con frequenza, la neomamma può sentirsi priva di energia il giorno dopo, continuamente stanca e, nei casi più gravi, avere problemi di produttività sul lavoro o sviluppare forme di depressione acuta. Se per lei non ci sono problemi a fare i conti con queste interruzioni del sonno, può attendere con pazienza che il neonato capisca da solo che la notte è fatta per dormire; se, invece ha difficoltà a sopportare la mancanza di riposo, allora potrebbe essere giunto il momento di provare qualcosa di nuovo.

Come addormentare un neonato: consigli

Esistono numerose tecniche per far addormentare un neonato, ma tra queste, ce ne sono alcune che, oltre ad essere efficaci, sono anche facili da attuare. Vediamo insieme quali sono:

  • rendi le giornate vivaci e le notti tranquille: in questo modo aiuterai il tuo bebè non solo ad impostare il suo orologio biologico, ma gli insegnerai anche la differenza tra il giorno e la notte.
  • imposta una routine per la nanna: un’ora e mezza prima di mettere il neonato a letto, spegni la televisione e interrompi tutte quelle attività che potrebbero tenerlo sveglio. Fagli il bagnetto, mettigli il pigiama, poi leggigli una storia o cantagli una ninna nanna. Questa routine non dovrebbe durare più di trenta minuti.
  • fagli ascoltare il rumore bianco: un altro metodo che viene utilizzato dalle neomamme per far dormire il neonato è quello di fargli ascoltare il rumore bianco. Questo tipo di suono non è altro che una melodia rilassante, come ad esempio il fruscio della pioggia o il suono del mare. È una tecnica che viene utilizzata anche per migliorare la qualità del sonno di chi in generale soffre di acufeni. Per ulteriori informazioni sui rumori bianchi, puoi dare un’occhiata a questo link: acufene.pro

 

Facebook Comments

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi