fbpx
Home » Bimbi » Se il bimbo chiama per nome mamma e papà

Se il bimbo chiama per nome mamma e papà

A volte può capitare che i bambini non si rivolgano ai genitori con gli appellativi di “mamma” e “papà” ma li chiamino per nome. Ciò può suscitare un certo turbamento, ma in realtà si tratta di una situazione che non deve preoccupare né essere fonte di ansie.

Perché non bisogna preoccuparsi

Se il bimbo chiama per nome mamma e papà, può capitare che i genitori si disorientino; essi, in altri termini, temono che ciò comporti uno smarrimento del carattere peculiare della relazione filiale, come se mamma e papà fossero dei semplici amici.

Gli esperti, in ogni caso, mettono in evidenza la necessità di non attribuire una eccessiva importanza a questa abitudine del bambino, che – con tutta probabilità –  non ha specifici significati a livello affettivo: il tutto, invece, deve essere inteso come un passaggio nel processo di sperimentazione del linguaggio.

Nel caso dei bambini di età compresa tra i 2 e i 3 anni, per esempio, l’utilizzo dei pronomi personali può essere fonte di curiosità e al tempo stesso di confusione.

Leggi anche l’articolo:Come aiutare il bambino a parlare e scarica l’ebook gratuito

Le ragioni del comportamento

Nel momento in cui il bambino inizia a denotare una disinvoltura maggiore rispetto al solito nell’utilizzo delle parole, egli è in qualche modo attratto da ciò che gli adulti attorno a lui dicono. Insomma, se gli adulti tra loro si chiamano per nome, non è così raro che anche i bambini siano spinti a farlo: una stessa persona può essere “mamma”, “zia”, “nonna” o – puta caso – “Anna”.

Così, i piccoli si ritrovano a sperimentare. Naturalmente, con il passare del tempo e crescendo i bambini si abituano a capire come districare questa complessa matassa linguistica.

Mamma e papà, dal canto loro, non devono far altro che aspettare, nella consapevolezza che quasi sicuramente il linguaggio del bambino si evolverà in modo spontaneo. Eventuali correzioni di un uso non appropriato del linguaggio, comunque, dovranno risultare dolci e non troppo forzate.

Spread the love

Facebook Comments

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi