fbpx
Home » Concepimento » Spotting da impianto: tutto quello che c’è da sapere

Spotting da impianto: tutto quello che c’è da sapere

Avete mai sentito parlare di spotting da impianto? Si tratta di modeste perdite ematiche che si verificano quando l’embrione si annida nell’endometrio. Di seguito troverete tutte le informazioni utili per riconoscere le perdite da impianto e non confonderle con quelle che precedono il ciclo mestruale.

Per spotting da impianto si intendono le piccole perdite ematiche che hanno luogo quando l’embrione si impianta nell’endometrio, ovvero nello strato interno dell’utero. È possibile, infatti, che si verifichi la rottura dei capillari collocati sulla parete uterina. È stato ipotizzato, inoltre, che lo spotting da impianto, possa anche essere dovuto all’espulsione del sangue rimasto nell’utero dal precedente ciclo mestruale, o anche da microtraumi a carico del collo dell’utero, già modificato dagli ormoni della gestazione, durante i rapporti sessuali.

Ad ogni modo va detto che le perdite da impianto si verificano nel 6-7% delle gestazioni in fase iniziale.

Perdite da impianto: ecco come distinguerle da quelle pre-mestruali

Se siete in trepida attesa della cicogna o se, al contrario, volete scongiurare l’ipotesi di una gravidanza, è importante imparare a distinguere lo spotting da annidamento dalle perdite ematiche pre-mestruali.

Le perdite da impianto differiscono da quelle che preannunciano l’arrivo delle mestruazioni, infatti, quanto a durata, consistenza e colore. Lo spotting da impianto è caratterizzato da perdite acquose poco abbondanti, caratterizzate da un colore tenue e di breve durata (da qualche ora a un massimo di pochi giorni). Quelle che precedono le mestruazioni, al contrario, sono più scure, più dense, meno scarse e meno brevi.

D’altra parte è anche vero che le eventuali perdite da impianto si presentano con un po’ di anticipo rispetto alla data prevista per l’arrivo del ciclo mestruale.

Tenendo conto di questi parametri sarà difficile confondere le due differenti tipologie di perdite.

Le perdite da impianto fanno male?

Lo spotting da impianto solitamente è privo di sintomi, anche se, in alcuni casi, potrebbe manifestarsi qualche piccolo crampo al basso ventre, non dissimile da quelli che si verificano prima del ciclo mestruale. Per il resto il sanguinamento non sarà associato ad altre manifestazioni fisiologiche.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi