fbpx
Home » Mamma Writer » Bonus bebè 2019: sarà dimezzato
bonus bebè 2019

Bonus bebè 2019: sarà dimezzato

Nel 2019 il bonus bebè sarà dimezzato: a partire dal prossimo anno, infatti, si passerà dagli attuali 80 euro mensili a 40. A stabilirlo è stata, nello scorso mese di luglio, la commissione bilancio del Senato, che ha previsto anche che l’agevolazione durerà solo un anno e non tre, come accaduto fino ad ora. Insomma, per le future mamme buone notizie ma non troppo: da un lato il bonus bebè 2019 è stato riconfermato, ma dall’altro lato viene ridotto in misura significativa: per il 2019 e per il 2020 sarà pari a 480 euro all’anno.

Bonus bebè 2019: invariati i criteri di assegnazione

Fino alla fine del 2018 verrà mantenuto l’assegno pieno, mentre dal prossimo mese di gennaio la situazione cambierà. Rimangono invariati, invece, i criteri di assegnazione. L’emendamento che è passato in commissione, in ogni caso, impone di offrire un sostegno alle famiglie che devono fare i conti con una soglia di reddito ritenuta al limite, visto che il bonus è raddoppiato per coloro il cui Isee non supera i 7 mila euro all’anno. In tal caso non solo la mensilità non è destinata a essere dimezzata, ma addirittura viene raddoppiata, passando da 80 a 160 euro al mese.

La gestione dell’agevolazione, a sua volta, non cambia: anche nei prossimi mesi sarà compito dell’Inps verificare il rispetto dei requisiti e provvedere al versamento delle somme dovute; l’istituto guidato da Boeri, inoltre, dovrà procedere alla trasmissione al ministero del Lavoro di relazioni puntuali.

I parametri Isee

Non cambiano i parametri Isee che verranno presi in considerazione ai fini del riconoscimento del bonus: ne avranno diritto tutte le famiglie il cui reddito è di meno di 25mila euro. L’agevolazione è valida anche per i bambini che vengono adottati, sempre che la famiglia in questione faccia parte della fascia di reddito menzionata.

Il pagamento della somma a cui si ha diritto viene effettuato entro il quinto giorno del mese. Il contributo viene accreditato sul conto corrente, ed è per tale ragione che nel momento in cui si compila la richiesta è indispensabile specificare l’Iban del conto su cui si vuole ottenere l’accredito. La richiesta va inoltrata entro e non oltre tre mesi dalla data del parto.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi