fbpx
Home » Mamma Writer » Come funziona il bonus mamma domani 2019
bonus mamma 2019

Come funziona il bonus mamma domani 2019

A partire dal 2016, alle mamme viene riconosciuto dall’Inps un premio nascita pari a un importo di 800 euro netti, che viene messo a disposizione per l’acquisto di prodotti della prima infanzia e per le visite mediche a cui le donne devono sottoporsi nel corso della gravidanza. Il cosiddetto bonus mamma domani 2019 può essere richiesto a prescindere dal reddito Isee: chi vuole usufruirne deve inoltrare la domanda relativa entro i due mesi precedenti alla presunta data del parto.

Bonus mamma domani 2019: requisiti da rispettare

Per richiedere il premio nascita 2019 è necessario aver superato il settimo mese di gravidanza, dal momento che i primi due trimestri sono considerati più a rischio per il buon esito della gestazione.

I requisiti da rispettare per accedervi non sono molto restrittivi; occorre semplicemente essere:

  • residenti in Italia
  • avere la cittadinanza italiana o di un Paese della Ue

In ogni caso, anche le donne extracomunitarie possono beneficiarne se sono in possesso del permesso di soggiorno.

Oltre che per le donne che partoriscono, il premio nascita 2019 può essere concesso anche a chi adotta un minore, sia in Italia che all’estero, o a chi ottiene un affidamento preadottivo nazionale o internazionale, sulla base della legge n. 184 del 1983.

Come funziona

Il bonus mamma è correlato al numero di figli: ciò vuol dire che per una donna che partorisce due gemelli, la somma che viene erogata non è di 800 euro ma di 1.600.

La presentazione della domanda deve essere accompagnata da una certificazione sanitaria in cui sia indicata dal medico specialista la data ipotizzata per il parto. La richiesta può essere inoltrata – al numero verde Inps (803 164) o sul sito web dell’istituto – anche dopo la nascita, e in questo caso è opportuno specificare sia la data di nascita del piccolo che le sue generalità.

Nel caso in cui il bambino sia adottato, insieme con la domanda deve essere fornito il relativo provvedimento giudiziario, o comunque deve esserne segnalato il numero e la data di deposito in cancelleria.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi