Home » Gravidanza » Occhiaie in gravidanza: cause, rimedi e prevenzione
occhiaie in gravidanza

Occhiaie in gravidanza: cause, rimedi e prevenzione

Le occhiaie sono quelle antiestetiche macchie scure che si formano sotto gli occhi, dando al viso un aspetto stanco, spento e invecchiato. In gravidanza, le occhiaie possono essere più frequenti e accentuate, a causa di diversi fattori che influenzano la circolazione sanguigna e la pigmentazione della pelle. In questo articolo, vedremo quali sono le cause delle occhiaie in gravidanza, come si possono prevenire e quali sono i rimedi naturali ed efficaci per attenuarle.

Cause delle occhiaie in gravidanza

Durante la gravidanza, numerosi fattori possono contribuire all’apparizione delle occhiaie. Prima di tutto, i cambiamenti ormonali che avvengono in questo periodo possono causare una ridotta elasticità e idratazione della pelle, rendendola più sottile e trasparente. Alcuni ormoni specifici, infatti, stimolano la produzione di melanina, il pigmento che dà colore alla pelle, favorendo così l’insorgenza di macchie scure sul viso, tra cui le occhiaie.

Un altro elemento da considerare è l’aumento della stanchezza e l’insorgenza dell’insonnia dovute alla gravidanza. Il corpo richiede più energia e molti disturbi tipici di questo periodo, come nausea, bruciori di stomaco, crampi, movimenti fetali e ansia, possono rendere il sonno più difficile. Questa mancanza di riposo si riflette sul viso, causando gonfiore e discromia sotto gli occhi.

Inoltre, la disidratazione può essere un fattore determinante per la comparsa delle occhiaie. Bere a sufficienza è essenziale per mantenere la pelle idratata e luminosa; tuttavia, in gravidanza, il fabbisogno di liquidi aumenta per sostenere la crescita del feto e la formazione del liquido amniotico. Se non si beve abbastanza acqua, la pelle può diventare secca e opaca, rendendo le occhiaie più evidenti.

Infine, i problemi di circolazione sono un ulteriore motivo per cui possono presentarsi occhiaie durante la gravidanza. L’aumento del volume sanguigno e una diminuzione della pressione arteriosa possono alterare il normale flusso del sangue. Questo può portare a un ristagno di sangue nelle vene sottocutanee della zona perioculare, che si manifesta come macchie violacee o bluastre sotto gli occhi.

Prevenzione delle occhiaie in gravidanza

Per prevenire o ridurre le occhiaie durante la gravidanza, è fondamentale adottare alcune abitudini salutari. Innanzitutto, è bene seguire una dieta equilibrata e variegata, ricca di frutta e verdura fresche, cereali integrali, legumi, carni magre e pesce. È altresì opportuno evitare un consumo eccessivo di sale, zucchero, caffeina e alcolici, dato che questi possono promuovere la ritenzione idrica e la disidratazione.

Parallelamente, l’assunzione di almeno 2 litri di acqua al giorno, distribuiti nell’arco della giornata, contribuisce a mantenere l’organismo idratato. Le bevande gassate o zuccherate, invece, dovrebbero essere evitate poiché possono causare gonfiore addominale e reflusso gastrico.

Il riposo svolge un ruolo essenziale in questo contesto. Dormire almeno 8 ore per notte è consigliato, e per renderlo il più efficace possibile, è utile adottare una posizione comoda per il sonno, possibilmente con la testa leggermente sollevata da un cuscino. Dormire a pancia in su o a faccia in giù potrebbe ostacolare la circolazione sanguigna e quindi accentuare le occhiaie.

È altrettanto importante praticare una moderata attività fisica regolare, che sia adatta alla gravidanza. L’esercizio fisico aiuta a migliorare il tono muscolare, l’ossigenazione dei tessuti e il drenaggio dei liquidi in eccesso. Tuttavia, è sempre consigliabile consultare il medico prima di iniziare qualsiasi attività fisica.

Infine, bisogna proteggere la pelle dal sole utilizzando una crema solare adatta alla gravidanza. Il sole può infatti aggravare le macchie scure sul viso, comprese le occhiaie. Per questo motivo, è opportuno evitare l’esposizione diretta nelle ore più calde della giornata e indossare un cappello e degli occhiali da sole.

Rimedi naturali per le occhiaie in gravidanza

Se, nonostante queste precauzioni, le occhiaie persistono o si accentuano, ci sono vari rimedi naturali ed efficaci che si possono sperimentare per attenuarle.

Una soluzione può essere l’applicazione di fette di cetriolo o di patata fredda sulla zona perioculare per 10-15 minuti. Questi ortaggi possiedono proprietà idratanti, decongestionanti e schiarenti, che coadiuvano la riduzione del gonfiore e delle macchie scure sotto gli occhi.

Un’altra possibilità è l’uso di bustine di tè verde o di camomilla, precedentemente usate e raffreddate in frigorifero, applicate sulla zona perioculare per 10-15 minuti. Queste erbe, grazie alle loro proprietà antiossidanti, antiinfiammatorie e vasocostrittrici, stimolano la circolazione sanguigna e contrastano i radicali liberi.

In alternativa, è possibile applicare del gel di aloe vera o dell’olio di mandorle dolci sulla zona perioculare, massaggiando leggermente in modo circolare.

Questi prodotti, con le loro proprietà emollienti, nutritive e rigeneranti, aiutano a idratare e tonificare la pelle delicata sotto gli occhi.

Infine, si potrebbe considerare l’applicazione di una crema specifica per il contorno occhi, preferibilmente con ingredienti naturali come la vitamina C, l’acido ialuronico, la caffeina o estratti vegetali. Questi ingredienti stimolano la produzione di collagene ed elastina, riducono il gonfiore e le macchie scure e rendono la pelle più luminosa e compatta.

È evidente che non bisogna lasciarsi abbattere da questo inestetismo, ma godersi la gravidanza con serenità e fiducia!

Potrebbe anche interessarti il nostro articolo sul contorno occhi arrossato.

Spread the love

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi