fbpx
Home » Salute e bellezza » Alluce valgo: di cosa si tratta, prevenzione e trattamento

Alluce valgo: di cosa si tratta, prevenzione e trattamento

L’alluce valgo, noto familiarmente come “cipolla”, è un disturbo piuttosto frequente a carico dell’avampiede che colpisce per lo più le donne in età matura o senile. Esso consiste nella deformazione dell’alluce, la cui punta risulta deviata lateralmente verso le altre dita, mentre la base sporge verso l’esterno. Tale deformità comporta gonfiore e un doloroso processo infiammatorio (borsite). L’alluce valgo, lo ricordiamo, può compromettere la funzionalità dinamica del piede e determinare di conseguenza numerosi disturbi di deambulazione e di postura. Esso, inoltre, se non viene trattato opportunamente, può provocare ulteriori disallineamenti delle altre dita del piede e intensi dolori (le cosiddette metatarsalgie). Nei casi più gravi l’alluce finisce con il sovrapporsi al secondo dito fino a quasi a toccare il terzo. Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere sul valgismo.

Alluce valgo: i primi segnali da non sottovalutare

Come ha inizio l’alluce valgo? Quali sono i primi sintomi che rivelano questo disturbo? I primi segnali da non sottovalutare sono i seguenti: la sensazione dolorosa a carico dell’avampiede, un suo anomalo arrossamento e l’ipercheratosi cutanea dell’alluce stesso.

Individuare in maniera tempestiva la comparsa del disturbo consente al paziente di evitare dolori intensi e complicanze future. In tal senso è opportuno consultare quanto prima un ortopedico e valutare la terapia più indicata per rimediare al problema.

Come prevenire l’alluce valgo

In via preliminare va detto che le cause dell’alluce valgo non sono ancora state individuate con certezza; tuttavia pare che giochino un ruolo fondamentale le calzature sbagliate (con tacco alto e punta stretta) e i fattori genetici. Per effettuare una corretta prevenzione alluce valgo è opportuno indossare pertanto calzature comode e funzionali, ovvero che siano della giusta misura e che siano in grado di assecondare il naturale movimento del piede. Inoltre è anche possibile utilizzare delle apposite fasce o dei distanziatori, al fine di favorire la corretta posizione delle dita.

È inoltre di fondamentale importanza per l’alluce valgo la fisioterapia preventiva, che prevede l’esecuzione di specifici esercizi, come, ad esempio, i seguenti:

  • collocare una pallina morbida sotto la pianta del piede, quindi, mantenendo la posizione eretta farla scorrere prima sotto le falangi, poi sotto l’arco plantare e infine sotto il tallone;
  • stando per terra in posizione supina appoggiare i piedi sulla parete, facendoli aderire a essa per intero; le ginocchia invece devono essere flesse. A questo punto bisogna staccare gradualmente i piedi dal muro partendo dal tallone e proseguendo con arco plantare e falangi. In corrispondenza ogni passaggio è necessario mantenere la posizione per circa 5 secondi.

D’altra parte è anche consigliabile, quando se ne ha la possibilità, di camminare a piedi nudi.

Principali trattamenti per l’alluce valgo

La cura dell’alluce valgo consiste nella combinazione di più strategie. In particolare la terapia conservativa, indicata quando la sintomatologia dolorosa e la deformità sono ancora di lieve entità, prevede che il paziente:

utilizzi un apposito alluce valgo plantare realizzato su misura  con calco gessato, che si colloca all’interno della calzatura e che ha lo scopo migliorare la biomeccanica del piede;

utilizzi separatori in silicone che servono a distanziare le dita e ridurre in maniera significativa lo sfregamento dell’alluce contro la scarpa

segua un percorso fisioterapico con esercizi correttivi per alluce valgo, che hanno lo scopo di ridurre la tensione a livello dei tendini e di alleviare la sintomatologia dolorosa.

Nel caso in cui la terapia conservativa sia inefficace è necessario ricorrere al trattamento chirurgico, il quale è finalizzato a recuperare la funzione dell’alluce e a correggere il disallineamento osseo. Va detto che esistono diverse tipologie di operazioni chirurgiche per la correzione dell’alluce valgo; fra le più ricorrenti citiamo le seguenti:

  • resezione della sporgenza ossea
  • capsuloplastica
  • artroplastica
  • artroprotesi
  • osteotomia

A seguito del trattamento chirurgico è opportuno seguire un apposito percorso di fisioterapia: in questa fase si cercherà di ridurre in maniera significativa la rigidità a livello articolare, in modo tale che il piede possa tranquillamente riprendere i suoi normali movimenti.

Alluce valgo: gli esercizi correttivi

Uno degli esercizi alluce valgo più efficaci consiste nello stare seduti con le gambe distese e nel cercare di realizzare con un apposito movimento dell’alluce una serie di cerchi immaginari sia in senso orario che in senso antiorario.

Un altro esercizio che gli esperti consigliano per alleviare la sintomatologia dolorosa dell’alluce valgo consiste nel camminare a piedi nudi (ad esempio in casa o sulla spiaggia). Dopo aver effettuato all’incirca 10 passi tenendo il piede dritto, il soggetto deve fermarsi e deve flettere leggermente il ginocchio. Tale posizione va tenuta per circa 5 secondi, dopo di che è possibile riprendere la camminata a piedi scalzi.

Un terzo esercizio prevede che il soggetto stia in posizione supina con le gambe ben distese e le braccia lungo i fianchi; a questo punto deve portare in alto la parte posteriore del ginocchio tenendo l’alluce con la punta verso il basso e il tallone rialzato. Tale posizione va mantenuta per 5 secondi circa. Bisognerebbe realizzare 10 ripetizioni per 4 volte al dì.

Alluce valgo: quali complicanze?

Se non trattato opportunamente l’alluce valgo può determinare una serie di fastidiose complicanze come, ad esempio, l’artrite articolare a carico dell’alluce, la deformazione del secondo dito del piede, la sovrapposizione dell’alluce a quest’ultimo.

Va detto, inoltre, che anche il trattamento chirurgico correttivo in alcuni casi può dare luogo a complicazioni, come le seguenti:

  • infezioni
  • rigidità articolare delle dita dei piedi
  • ricomparsa dell’alluce valgo e conseguente necessità di un nuovo intervento

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi