Home » Gravidanza » Test di gravidanza: come scegliere il più adatto alle proprie esigenze
test di gravidanza

Test di gravidanza: come scegliere il più adatto alle proprie esigenze

I test di gravidanza sono dispositivi che permettono di scoprire se si è incinte o meno, misurando la presenza di un ormone nelle urine o nel sangue. Esistono diversi tipi di test, con caratteristiche e modalità d’uso differenti. Vediamo quali sono i principali e come funzionano.

Se si sospetta una gravidanza, il primo passo da fare è effettuare un test che confermi o escluda il concepimento. I test di gravidanza sono strumenti semplici e affidabili, che si possono acquistare in farmacia o online, e che si basano sulla rilevazione della gonadotropina corionica umana (beta-HCG), un ormone prodotto dall’organismo materno solo in caso di gravidanza.

Tipi di test di gravidanza

I test di gravidanza si possono dividere in due categorie principali: quelli urinari e quelli ematici. I primi sono i più comuni e diffusi, e si possono fare direttamente a casa, seguendo le istruzioni riportate sulla confezione. I secondi, invece, richiedono un prelievo di sangue da parte di un medico o di un laboratorio specializzato, e forniscono un risultato più preciso e dettagliato.

I test di gravidanza urinari sono dei bastoncini o delle strisce reattive che vanno immersi nell’urina per alcuni secondi. A seconda della presenza o meno della beta-HCG, il test mostrerà una linea colorata, una croce, un segno più o meno, o una scritta “incinta” o “non incinta”. Alcuni test sono anche in grado di indicare il numero di settimane trascorse dal concepimento, grazie a un sensore digitale che misura la concentrazione dell’ormone. Tra i test urinari più usati ci sono:

  • Clearblue Conception: è un test digitale che mostra non solo se si è incinte o meno, ma anche da quante settimane lo si è. 
  • One Step: è un test economico e pratico, composto da 5 strisce reattive da immergere nell’urina. Ha una sensibilità di 10 mIU/ml e può essere fatto dal primo giorno del ritardo del ciclo.
  • Femometer: è un test digitale che si collega allo smartphone tramite bluetooth e mostra il risultato su un’app dedicata. Ha una sensibilità di 25 mIU/ml e può essere fatto dal primo giorno del ritardo del ciclo.

I test di gravidanza ematici sono degli esami che misurano la quantità di beta-HCG presente nel sangue. A differenza dei test urinari, che danno una risposta qualitativa (sì o no), i test ematici danno una risposta quantitativa (quanto). Questo permette di avere una conferma definitiva della gravidanza e di monitorare l’andamento dei livelli ormonali nel tempo.

I test ematici si possono fare in due modi: con il metodo qualitativo o con il metodo quantitativo. Il primo consiste in una semplice reazione chimica che evidenzia la presenza o l’assenza dell’ormone; il secondo, invece, richiede una tecnica più sofisticata chiamata radioimmunoassay, che determina la concentrazione esatta dell’ormone nel sangue. I test ematici si possono fare in qualsiasi momento della giornata, ma è consigliabile farli almeno due settimane dopo il rapporto sessuale sospetto.

Quando fare il test di gravidanza

Il momento migliore per fare il test di gravidanza dipende dal tipo di test scelto e dal ciclo mestruale della donna. In generale, si può dire che i test urinari hanno una maggiore affidabilità se fatti dopo il ritardo del ciclo, mentre i test ematici possono essere fatti anche prima. 

Questo perché la beta-HCG inizia a essere prodotta dall’organismo materno dopo l’impianto dell’ovulo fecondato nell’utero, che avviene circa una settimana dopo il concepimento. Tuttavia, i livelli di questo ormone aumentano progressivamente nel tempo, e raggiungono il picco tra la settima e l’ottava settimana di gravidanza. Quindi, più si aspetta a fare il test, maggiore sarà la probabilità di ottenere un risultato positivo.

Per avere un risultato più sicuro, si consiglia di fare il test di gravidanza al mattino, con la prima urina del giorno, che è più concentrata e contiene una maggiore quantità di beta-HCG. Inoltre, è bene evitare di bere troppi liquidi prima di fare il test, per non diluire l’urina e ridurre la sensibilità del test. Infine, è importante seguire attentamente le istruzioni riportate sulla confezione del test, rispettando i tempi di attesa e di lettura del risultato.

 

Spread the love

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi