fbpx
Home » Bimbi » Babywearing: benefici per mamma e bebè
babywearing

Babywearing: benefici per mamma e bebè

Il babywearing, la pratica che permette di “indossare il bebè”, non solo ha un’utilità pratica ma produce anche effetti benefici per l’accudimento e il maternage. Questa antica tecnica di trasporto ad alto contatto, che è stata introdotta nel nostro Paese solo nel corso degli ultimi decenni, oggi è un vero e proprio must per le mamme più aggiornate e alla ricerca delle migliori modalità di cura per il proprio bambino.

Che cosa è il babywearing

Per chi si domanda “il babywearing cos’è?”, la risposta è molto semplice: si tratta di una tecnica di trasporto del bebè, che prevede di tenerlo attaccato al proprio corpo tramite un apposito dispositivo, in modo tale che egli possa essere portato in giro con facilità e in condizioni di sicurezza perfette.

A tale scopo vengono adottati dei supporti ad hoc, come per esempio un marsupio, una fascia rigida o una fascia elastica a seconda dei casi. Il babywearing con marsupio – lo ricordiamo – è ideale non solo per i neonati, ma anche per i bimbi un po’ più grandicelli: molto dipende, ovviamente, dalla capacità di resistere alla fatica.

Gli effetti benefici

Che si opti per il babywearing con la fascia o per quello con il marsupio, in ogni caso gli effetti benefici di cui si può godere sono tanti ed evidenti, soprattutto dal punto di vista psicologico. In questo modo, infatti, la mamma portatrice ha l’opportunità di maturare e di consolidare la propria empatia nei confronti del bambino, le cui esigenze possono essere riconosciute e individuate con facilità.

La mamma, inoltre, diventa sempre più fiduciosa in se stessa, e al tempo stesso soddisfa il bisogno di contatto che caratterizza il piccolo. La vicinanza, per altro, favorisce la sintesi di ossitocina e di altri ormoni antidepressivi, che non solo contribuiscono a migliorare l’allattamento, ma offrono anche un sostegno prezioso sul piano della prevenzione del baby blues e della depressione post partum.

I vantaggi pratici

A livello pratico, il babywearing consente di fare meno fatica rispetto a quando il bebè viene tenuto in braccio in modo tradizionale: gli arti superiori si stancano di meno, dal momento che il peso viene distribuito in maniera uniforme. La mamma, inoltre, può avere le mani libere, e quindi svolgere molte attività, come per esempio la preparazione della pappa, la lettura di un libro o le faccende domestiche.

Per saperne di più sul baby wearing e per scoprire quali sono i migliori supporti da usare a questo scopo, si può navigare sul sito www.zainoportabimbo.com

Facebook Comments

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi