fbpx
Home » Bimbi » Salute » Quando portare il bambino alla prima visita con il dentista?
prima visita dal dentista

Quando portare il bambino alla prima visita con il dentista?

I bambini devono essere portati alla prima visita dal dentista intorno i 18-24 mesi di età, periodo durante il quale iniziano a comparire i primi dentini da latte. Il pediatra potrebbe ritenere necessaria una visita dal dentista anche prima, ma solo se ci sono problemi specifici. Una condizione del genere comunque si verifica raramente.

Potrebbe sembrare un’età eccessivamente precoce, ma la prevenzione è fondamentale. Difficilmente il bambino può avere problemi ai denti a una così tenera età, ma il dentista potrà dare utili consigli per curare e trattate i denti nel miglior modo possibile, evitando così problemi in futuro.

Ogni quanto bisogna andare dal dentista dopo la prima visita?

Dopo la prima visita del bambino, bisognerebbe recarsi presso il dentista ogni 6 o 12 mesi. Il professionista può così monitorare la salute dei dentini del piccolo e valutare lo sviluppo dell’intera bocca.

È importare fare la prima visita in tenera età cosicché si possa stabilire un rapporto di fiducia tra il piccolo e il dentista. I bambini notoriamente non amano i medici, quindi è importante che conoscano sin da subito il loro dentista, in modo tale che posano percepirlo come una figura amichevole e rassicurante.

Carie, perché non bisogna ignorarle

Secondo alcune statistiche circa il 60% dei bambini sviluppa almeno una carie già al terzo anno di età. La principale causa delle carie è rappresentata dalla placca batterica, derivante a sua volta da una scarsa igiene orale che consente ai batteri di depositarsi intorno ai denti.

In particolare il 75% delle carie sui denti da latte si forma a causa di uno scorretto spazzolamento dei denti, dall’assunzione continua di zucchero di cui i bimbi sono ghiotti e dalla cattiva abitudine di mettersi le mani in bocca che favorisce la comparsa della stomatite. Una corretta opera di sensibilizzazione sulla pulizia della bocca è quindi il primo passo per prendersi cura dell’igiene orale dei più piccoli.

Leggi anche  Lo sviluppo motorio del bambino: tutto quello che c’è da sapere

Le visite precoci consentono al dentista di individuare eventuali criticità e di fornire utili consigli per preservare l’igiene orale dei bambini. Alcuni genitori ritengono erroneamente che i denti da latte, proprio perché destinati a cadere, non hanno bisogno di essere puliti accuratamente.

Così il bambino non prende la sana abitudine di lavarsi i denti dopo i pasti. In questo modo c’è il rischio che le carie si formino non solo sui denti da latte, ma anche sui denti permanenti. Inoltre la carie è anche dolorosa e, se non curata correttamente, costringerà i genitori a recarsi prima o poi dal dentista. Meglio farlo prima per risolvere in anticipo eventuali criticità, che dopo quando il problema è esploso in tutta la sua gravità.

Quando è necessario ricorrere all’apparecchio a stelline?

Eccoci, dunque, a una domanda che si pongono molti genitori: quando è necessario ricorrere all’apparecchio per bambini con stelline? Questo sistema ortodontico è in grado di risolvere i problemi di allineamento e di masticazione dei denti, migliorando così anche il sorriso. Ha quindi finalità funzionali, ma anche estetiche.

Non è un trattamento troppo costoso e, inoltre, è particolarmente resistente. Di contro non è una soluzione particolarmente estetica, essendo piuttosto visibile e difficile da nascondere.

Spread the love

Facebook Comments

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi